Chi siamo

Siamo la C.D.A. Cooperativa Sociale, fondata nel 1987,

che oggi ha un bagaglio di competenze trentennale e può proporsi ai propri Clienti quale “fornitore unico” in grado di soddisfare l’intera “filiera” di produzione: dalla analisi di fattibilità, alla campionatura, alla ricerca della soluzione migliore, all’utilizzo di “quel materiale particolare” utile a valorizzare e realizzare il prodotto finito.

La C.D.A. ha mosso i suoi primi passi nel mondo del lavoro con l’esecuzione
di commesse manuali di assemblaggio e confezionamento, orientandosi principalmente al macro settore della carta.

Nel 1987 la C.D.A. si occupava del disagio esistente sul territorio:
dai giovani disoccupati in attesa di assolvere il Servizio di Leva Obbligatorio all’emarginazione dei Soggetti con disabilità, quando ancora non esistevano le Cooperative Sociali.
Con l’entrata in vigore della Legge 381/91 la C.D.A. si è “moltiplicata”: alcuni dei Responsabili hanno dato vita alla attuale C.D.A. Cooperativa Sociale di tipo “B” per l’inserimento lavorativo di Soggetti svantaggiati, mentre altri hanno scelto l’autonomia con la fondazione de Il Germoglio Cooperativa Sociale di tipo “A” socio-assistenziale.

Da un lato la C.D.A. aumentava la propria esperienza nel settore dell’assemblaggio e confezionamento raggiungendo risultati eccellenti ma dall’altro l’apprezzamento dei propri Clienti per l’elevato standard raggiunto e l’ampliamento della base sociale con l’inserimento di figure qualificate sono state lo stimolo ad arricchire le proprie competenze nel settore della Legatoria, avendo anche la possibilità di proporsi per l’esecuzione di commesse abbinate Legatoria/Assemblaggio/Confezionamento.

I successivi passi di crescita della C.D.A. traggono ispirazione dai seguenti punti:
Con Determinazione Avanti
– Impresa

Con Determinazione Avanti è la denominazione del progetto avviato dalla C.D.A. dopo un approfondito esame del mercato nel quale inserita ormai di diritto.

“Impresa” è invece il termine che ben rappresenta sia l’obiettivo di “Impresa Sociale” posto in essere dalla C.D.A. che della “impresa” quale difficoltà da superare per il raggiungimento dello stesso.

Possiamo raggruppare in 3 fasi la crescita della C.D.A.

Sede
Il trasferimento nell’attuale sede di circa 1.200 mq., a Cernusco sul Naviglio, nell’hinterland milanese.

Ampliamento del parco macchine
La C.D.A. attualmente si presenta con le seguenti attrezzature:

– 2 linee complete di taglio
– Fascicolatore a 20 stazioni
– 8 macchine Punto Singer
– Heidelberg pianocilindrica 64x88
– Piegatrice 65x140 10 tasche + 2
– Piegatrice automatica 53x85 6 tasche + 2 + piega a finestra
– Trilaterale Wohlemberg
– Angolatrici
– Occhiellatrici
– Rivettatrice
– Foratrice
– Spiralatrice
– Trapano – automatico
– Cucitrici filo metallico
– Tagliastrisce PPL e Skinplast
– Cellofanatrice automatica
– Reggiatrici
– Fascettatrici
– Dispenser per biadesivi

Organizzazione
L’organizzazione interna consiste di un Responsabile per ciascun settore il quale affianca il Cliente nella ricerca della soluzione ottimale spaziando dalla scelta dei materiali alla realizzazione delle campionature ed infine all’esecuzione della commessa.

Questi 3 punti basilari hanno permesso alla C.D.A. di affermarsi in settori di mercato molto esclusivi, proprio collaborando con gli Stampatori leader dei brand internazionali.
Il classico esempio può essere il Punto Singer che, prendendo spunto dalle macchine da cucire e grazie alla loro evoluzione/trasformazione, vengono utilizzate sulla carta stampata con molteplici varianti che vanno dal posizionamento della cucitura sia sul piatto che sul dorso, alle differenti colorazioni del filo, al passo, allo spessore, alla affrancatura ed in particolare alla realizzazione della cornice ornamentale per “prodotti di nicchia”. Una vetrina internazionale è stata la realizzazione dei “passaporti” distribuiti all’Expo 2015.

Sicuramente anche la Heidelber Pianocilindrica 64x88 ha, con i suoi pregi, permesso alla C.D.A. la collaborazione con Banche ed Assicurazioni per la realizzazione di fascicoli in carta chimica con numerazioni progressive o regressive a più suffissi 13 e 97; oltre alla esecuzione di fustellatura, cordonatura e zigrinatura.

Con le piegatrici la C.D.A. ha avuto modo di incontrare Clienti nel settore del turismo, per le carte stradali e della farmaceutica per i bugiardini.
Mentre le pieghe a caldo sono utili per la realizzazione degli stopper in materiale plastico utilizzati dalla Grande Distribuzione.

Quanto sopra è esclusivamente uno spaccato delle lavorazioni della C.D.A. che viene più ampiamente illustrato nel COSA FACCIAMO.

Dalla ufficialità del riconoscimento di Cooperativa Sociale viene strutturato il progetto sociale con il quale la C.D.A. è inserita in un lavoro di rete che vede coinvolti, quali attori, tutti gli Enti accreditati: Regione Lombardia – Provincia – SIL Comunali o Consortili – ASSL ecc. Con essi collabora per progettazione, inserimento, coaching e formazione delle Persone in difficoltà da inserire successivamente nel mondo del lavoro.

Le iniziali lavorazioni manuali sono rimaste comunque un punto fermo per la C.D.A. che ha provveduto ad affinare la propria abilità, in particolare per quelle realizzazioni dove l’automatizzazione non può arrivare.
Per la realizzazione del percorso di alcuni Soggetti Deboli, la C.D.A. mantiene ed utilizza anche una “linea di produzione manuale” che, seppur non remunerativa, riveste un valore particolarmente utile ad un approccio semplice per la valutazione iniziale delle capacità lavorative proprie di queste Persone.

Il valore aggiunto della C.D.A. Cooperativa Sociale è l’essere accreditata quale partner per le Aziende soggette all’obbligo di cui alla Legge 68/99 per l’assunzione di disabili. Con le stesse ed attraverso la stipula di una convenzione che coinvolge anche la Città Metropolitana, viene quindi attuato l’art. 14 D.lgs 276/2003.

Grazie alla Legge 460/97 – art. 10 – comma 8, la C.D.A. Cooperativa Sociale ha il riconoscimento di Onlus; ciò le consente di essere destinataria della scelta di chi intenda devolvere il 5x1000 del versamento Irpef.